Mapuche
| home | archivio | benetton | documentazione | contatto |
Martedì, 24 agosto 2010
Cile: I prigionieri mapuche in sciopero della fame contro l'alimentazione forzata.
Comunicato dei Prigionieri Politici Mapuche in sciopero della fame nel carcere di Concepción.

Di fronte alla decisione della corte d'appello di Concepción che ha accolto il ricorso, in base al quale la gendarmeria può utilizzare la forza per alimentare per via endovenosa i Mapuche in sciopero della fame, noi prigionieri politici mapuche rinchiusi nel carcere El Manzano dichiariamo quanto segue:

- Di fronte a questa misura ci opporremo con tutte le risorse alla nostra portata, sia di tipo legale che di resistenza corporea, finché potremo, anche a costo di mettere a rischio le nostre esistenze se necessario.

- Questa misura che impegna le istituzioni dello Stato è un chiaro intervento politico, che pretende costringerci con la forza a deporre la giusta mobilitazione che portiamo avanti.

- Inoltre, la decisione della corte d'appello offre la possibilità che la forza possa essere utilizzata per ottenere campioni di sangue, e questa è la RAGIONE ULTIMA dell'intervento politico. E' in pratica l'obiettivo che cercano nel processarci ingiustamente, in quanto con la manipolazione dei campioni di sangue si possono costruire le condizioni per la prefabbricazione delle prove, dando il via a montature in termini tecnico-processuali ed ottenere eventualmente delle condanne.

Pertanto, ci opporremo fermamente e lanciamo un appello al nostro Popolo, alla società Cilena ed all'opinione internazionale a non permettere questa nuova minaccia contro i Pirgionieri Politici Mapuche.

LIBERTA' AI PRIGIONIERI POLITICI MAPUCHE
TERRITORIO e AUTONOMIA alla NAZIONE MAPUCHE
P.P.M. – CENTRO PENITECIARO EL MANZANO, CONCEPCION

"Se ne autorizza la riproduzione citando la fonte."