Mapuche
| home | archivio | benetton | documentazione | contatto |

3 luglio 2006
Cile: appello per il rispetto di diritti civili delle popolazioni Mapuche
Violeta Valenzuela Herrera (Coordinatrice MIL)

S.e. Michelle Bachellet Jeria,
Presidentessa della Repubblica del Cile:
Palacio de La Moneda, Santiago, Chile.

e.p.c. Sr. Rodolfo Stavenhagen, Relatore Speciale sulla situazione dei Diritti Umani e delle Libertà fondamentali degli Indigeni, Ufficio dell' Alto Commissionato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, OHCHR, United Nations, 1211 Geneva 10, Switzerland

Petizione - Appello per il Rispetto dei Diritti Umani, del Diritto alla Terra e del Diritto alla libertà in Cile

Le Organizzazioni, Associazioni, Istituzioni, Gruppi, ONG, ONLUS, Comunità e Centri per la Pace e i Diritti Umani presenti in diverse regioni italiane vedono con molta preoccupazione la continua persecuzione di dirigenti Mapuche e di manifestazioni pacifiche represse violentemente dalle forze d'ordine cilene. Per questo aderiscono e sottoscrivono la lettera della Cittadinanza.

Da Lunedi 13 di marzo 2006, i Prigionieri Politici Mapuche: Patricia Troncoso, Patricio Marileo Saravia, Jaime Marileo Saravia y Juan Carlos Huenulao Lienmil incarcerati nella prigione di Temuco hanno cominciato uno sciopero della fame per chiedere la revisione dei processi per i quali sono stati condannati a 10 anni e un giorno (1.1 ) di prigione e al pagamento di US$ 791.000 come indennizzo alla azienda straniera Forestale Mininco. I Mapuche, denunciano il carattere arbitrario e razzista della sentenza emessa dal tribunale cileno.

Il 26 maggio 06 è finito lo sciopero della fame che i quattro prigionieri politici Mapuche portavano avanti da più di 70 giorni in segno di protesta verso queste ingiustizie. Con questo sciopero rivendicavano la libertà per tutti i prigionieri politici Mapuche, processi giusti ed equi e il Riconoscimento dei diritti degli indigeni come abitanti originari della Patagonia per porre una volta per tutte fine a 500 anni di persecuzione e discriminazione.

Secondo il diritto internazionale, niente può giustificare l'applicazione della legge n° 18.314 emanata dal dittatore A. Pinochet (denominata legge antiterrorista) che serviva a reprimere tutti gli oppositori politici del regime militare e che oggi purtroppo, condanna come terroristi i mapuche delle comunità che rivendicano il rispetto dei loro diritti territoriali, sociali e culturali. In uno stato di diritto è inconcepibile che la giustizia faccia ricorso a testimoni col volto coperto, non identificabili e pagati dallo stato per condannare le azioni di recupero di terre espropriate.

Da una decina d'anni, la comunità cilena esiliata in Europa continua a denunciare questa situazione, e in ripetute occasioni abbiamo accertato una totale mancanza di volontà politica dello stato cileno di fronte alle rivendicazioni espresse dal popolo mapuche. Questo popolo continua ad essere il gruppo sociale più povero del paese (come dimostra e denuncia nella sua relazione speciale pubblicata nel 2004, Rodolfo Stavenhagen, relatore speciale presso le Nazioni Unite sulla situazione dei Diritti Umani e delle libertà fondamentali degli indigeni del Cile). Questa situazione dimostra la totale indifferenza che storicamente ha caratterizzato il comportamento dello Stato cileno verso i popoli nativi.
L'applicazione arbitraria della legge antiterrorista contro le comunità mapuche, ci costringe a dedurre che la giustizia cilena non è neutra. Durante gli ultimi dieci anni la legge antiterrorista è stata utilizzata solamente per giudicare dirigenti politici indigeni.
Le nostre richieste sono:

- Sosteniamo le rivendicazioni dei Prigionieri Politici Mapuche in prigione.
- Chiediamo la revisione delle loro sentenze e che si proceda in modo giusto ed equo
- Chiediamo la revisione della legge antiterrorista n° 18.314.
- Inoltre chiediamo la ratifica della Convenzione 169 dell'ILO (Ufficio Internazionale del Lavoro)sul Riconoscimento dei Diritti dei popoli Indigeni nei confronti degli stati in cui vivono.

(1.1) "Un giorno" oltre i dieci anni di condanna fa scattare un crudele meccanismo giudiziario, il quale impedisce al detenuto di usufruire di misure alternative o sostitutive alla detenzione

Alleanza Mapuche Internazionale
(Sezione Italiana)
Violeta Valenzuela Herrera
Coordinatrice MIL
V.Gramsci 65 Forli 47100 - Italia
Tel: 0039 -0543 - 66953
E-mail: violeta.serena@fastwebnet.it

Reynaldo Mariqueo
Segretario Generale
Alleanza Mapuche Internazionale
Tel/Fax +44-117-927 9391
e-mail: mapulink@mapuche-nation.org
http://www.mapuche-nation.org


Giugno, 2006

Aderiscono all'appello:

- CIPAX
CENTRO INTERCONFESSIONALE PER LA PACE ROMA
ASSOCIAZIONE CULTURALE

- AINRAM
ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE
NOI RAGAZZI DEL MONDO ROMA
- ASSOCIAZIONE TRADUTTORI
PER LA PACE ROMA
Sito www.traduttoriperlapace.org

- S.A.L. ONLUS SOLIDARIETÀ CON
L'AMERICA LATINA ROMA

- MAPUCHE INTERNATIONAL LINK
ALLEANZA MAPUCHE INTERNAZIONALE - FORLI
SEZIONE ITALIANA -

- CENTRO PER LA PACE - FORLÌ

- AEA ONLUS
ASSOCIAZIONE ECONOMIA ALTERNATIVA ROMA

- TERRE MADRI ONLUS ROMA

- PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
FEDERAZIONE PROVINCIALE BOLOGNA

- PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
FEDERAZIONE PROVINCIALE FORLI-CESENA

- PEACELINK
TELEMATICA DELLA PACE ITALIA

- ASSOCIAZIONE PER I POPOLI MINACCIATI SUDTIROLO

- CENTRO INTERNAZIONALE CROCEVIA
ONG ROMA

- TODO CAMBIA
ASSOCIAZIONE. INTERCULTURALE E MILANO
ANTIRAZZISTA

- ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO LOMBARDO
NORD - SUD DEL MONDO MILANO

- ASSOCIAZIONE ITALIA - NICARAGUA MILANO

- ASSOCIAZIONE CILE - LOMBARDIA MILANO

- FONDAZIONE I.S.MU.
FONDAZIONE PER INIZIATIVE E STUDI MILANO
SULLA MULTIETNICITÀ

- AMISTRADA
RETE DI AMICIZIA CON LE RAGAZZE E I RAGAZZI MILANO
DI STRADA DI CITTA DEL GUATEMALA

- NIÑOS MAPUCHES
ASOCIACION HUMANITARIA LA SPEZIA

- PARTITO DEI COMUNISTI ITALIANI
FEDERAZIONE PROVINCIALE FORLI-CESENA

- PARTITO UMANISTA
REGIONALE UMANISTA EUROPEA LOMBARDIA


- ASSOCIAZIONE CULTURALE SELVAS
ORG. MILANO

- TODO LATINO
SITO INFORMATIVO - www.todolatino.it MILANO

- COMITATO ITALIA - CILE FORLI

- ASSOCIAZIONE YA BASTA NORD - ITALIA

- ASSOCIAZIONE RAYOS DE SOL
SOLIDARIETÀ COL POPOLO ANDINO MILANO

- ARCI - COMITATO TERRITORIALE
ASSOCIAZIONE RICREATIVA FORLI
CULTURALE ITALIANA

- ASSOCIAZIONE "INTORNO AL CERCHIO" BOLOGNA
SOLIDARIETÀ E COOPERAZIONE VERSO L'AMERICA LATINA

- COMUNE DI FORLÌ
ASSESSORATO ALLA PACE E DIRITTI UMANI FORLÌ

- GD - GIURISTI DEMOCRATICI (www.giuristidemocratici.it)
ASSOCIAZIONE NAZIONALE ITALIA
PORTAVOCE SIG. FABIO MARCELLI

- IADL - GIURISTI DEMOCRATICI ( www.iadllaw.org)
ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE BRUXELLES
VICESECRETARIO SIG. FABIO MARCELLI

- FABIO DE NARDIS
PROFESSORE DI SOCIOLOGIA LECCE
UNIVERSITA DI LECCE

http://italy.peacelink.org/latina/articles/art_17135.htm

"Se ne autorizza la riproduzione citando la fonte."