Mapuche
| home | archivio | benetton | documentazione | contatto |

24 agosto 2008
La versione dello Stato Cileno.
fonte: ansalatina
Santiago del Cile- Tre agenti e quattro indigeni sono rimasti feriti durante un'operazione dei carabineros realizzata oggi, 24 agosto, presso la comunità mapuche Temucuicui (regione Araucanía) a 700 chilometri a sud di Santiago.

Gli agenti volevano arrestare il presunto autore di un attacco perpetrato ieri contro un autobus che trasportava dei lavoratori forestali, di proprietà di un ex-attivista mapuche convertitosi in imprenditore nei trasporti.

I poliziotti sono stati affrontati da alcuni comunitari quando sono giunti nel luogo per arrestare un mapuche ricercato dalla giustizia di Collipulli. Il prefetto di Malleco, Carlos Toro, ha segnalato che i tre agenti hanno subito lesioni lievi e che diversi veicoli sono stati danneggiati. Ha aggiunto che "sconosciuti" hanno ostacolato il transito, con tronchi d'albero, per poi utilizzare fucili e e sparare contro i poliziotti.

Un capo mapuche della comunità ha detto a radio Bío-Bío che nella perquisizione sono rimasti feriti 4 membri della comunità, curati sul posto perché erano circondati dagli agenti. Il capo Jorge Huenchullan ha criticato l'operazione di polizia ed ha segnalato che a nessuno è stato mostrato l'ordine giudiziario di perquisizione.

La ricerca degli autori dell'attacco all'autobus, di proprietà del dirigente indigeno Mario Naín, si è aggiunta ad altre operazioni nella stessa zona per individuare gli autori dell'attacco incendiario contro la fattoria "Santa Rosa", di proprietà dell'agricoltore Eduardo Luchsinger, realizzato la scorsa settimana.

"Se ne autorizza la riproduzione citando la fonte."